Trecciola dissaldante: funziona veramente?

Avete mai provato ad usare le trecciole dissaldanti? Siete convinti che chi riesce veramente ad usarle con efficacia sia dotato di qualche super potere? Quando si tratta di dissaldare componenti e non si hanno a disposizione strumenti professionali (come le stazioni dissaldanti) ogni trucco può aiutarci nel delicato compito di rimuovere il componente senza rovinare il PCB (e senza rovinare il componente stesso). In questo TOD (tip of the day) vi svelerò il segreto delle treccine o trecciole dissaldanti

non tutte le treccine nascono uguali. Ci sono treccine dissaldanti senza flussante e treccine dissaldanti con flussante. Il segreto sta tutto qui! Le treccine dissaldanti senza flussante sono senza speranza e semplicemente non funzionano.

Personalmente uso un prodotto che si chiama Chem Wick di un’azienda Americana chiamata Chemtronics che sicuramente sa il fatto suo in prodotti per saldatura. La treccina è in puro rame intriso in un flussante a base di resine. Il rame è uno dei metalli che conduce meglio il calore ed è facilmente “bagnabile” dalle leghe di stagno usate per saldare. Il flussante inoltre permette di agevolare il processo di dissaldatura, permettendo alla treccina di assorbire meglio la lega saldante. Senza questi due ingredienti, la treccina non funziona. Una volta provato questo prodotto, non sono più tornato indietro ed ormai lo utilizzo normalmente durante le operazioni di rework. Ci sono altri brand che producono treccine dissaldanti altrettanto buone come:  Tech Spray Pro WickSolder Wick, ma in ogni caso ricordate di prendere sempre la versione con flussante e cercate di stare alla larga dalle contraffazioni.

Ecco alcuni consigli sull’uso delle treccine dissaldanti:

  1. non fate troppa pressione sulla treccina e non muovetela con il saldatore altrimenti rischierete di portarvi appresso anche il PAD o le piste del PCB
  2. proteggete le treccine dal caldo e dall’umidità estrema o altrimenti il flussante perderà di efficacia
  3. se la treccina rimane attaccata al PAD non tirate nella maniera più assoluta ma semplicemente aggiungete una goccia di stagno e poi staccatela delicatamente
  4. se state dissaldando un componente grosso o qualche cosa con una massa termica notevole, evitate di mettere altra carne al fuoco! Meglio tagliate un pezzettino di treccina prima di provare a dissaldare. In questo modo evitate che il saldatore oltre a dover scaldare il componente debba scaldare anche un bel pezzo di treccina.

Trovate questo prodotto sullo Store di 118volt seguendo questo →link oppure sul mio negozio eBay.

Grazie a tutti di aver letto l’articolo fin qui, mi auguro vi sia piaciuto. Condividetelo, commentate e fatemi sapere cosa ne pensante – Domenico

Nessun commento ancora

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento